Banca centrale Cina impone limitazione credito a istituti

Le autorità bancarie cinesi hanno dato istruzione ad alcuni dei principali istituti del Paese di limitare la concessione di crediti nella seconda parte di gennaio, dopo un iniziale boom degli affidamenti. Lo affermano organi di stampa ufficiali, con conferme giunte da fonti bancarie.

La Banca centrale ha inoltre chiesto ad alcuni specifici istituti, tra cui Citic e Everbright Bank di alzare i loro coefficienti di riserva obbligatoria dello 0,5%, secondo quanto riferito a Reuters da fonti bancarie.
Si tratta di un'ulteriore misura adottata dalla autorità cinesi per tenere sotto controllo la crescita del credito. Un'esigenza dettata dai dati che hanno mostrato una forte espansione dei prestiti nelle primissime settimane dell'anno e che già aveva spinto Pechino nei giorni scorsi ad alzare i coefficienti di riserva delle banche commerciali.
Il 2009 ha visto le banche cinesi concedere la cifra record di 9.600 miliardi di yuan (1.400 miliardi di dollari) di prestiti. Il boom del credito insieme ai 4.000 miliardi di stimoli fiscali voluti dal governo sono riusciti a rilanciare l'economia del Paese dopo le difficoltà del 2008, innescando tuttavia timori di un surriscaldamento.

Fonte:Reuters

Nessun commento: