Grecia: l'accordo è un punto di svolta nella crisi

Il membro italiano dell'esecutivo Bce, Lorenzo Bini Smaghi, in viaggio in Giappone, ritiene l'accordo di aiuti alla Grecia un punto di svolta nella crisi e suggerisce che l'uscita del paese ellenico dalla zona euro e il suo default sono assurdi..

. "L'annuncio (dell'accordo) chiarisce ciò che le autorità della zona euro dicono da mesi, ad esempio che uno scenario di default e di uscita dalla zona euro, a cui hanno pensato alcuni attori del mercato e osservatori, è semplicemente assurdo".
Bini Smaghi auspica anche una riduzione delle dimensioni del settore finanziario. "Alla luce di un ovvio impatto negativo di un settore finanziario eccessivamente ampio, crediamo che ci debbano essere dei limiti alla dimensione del comparto stesso."

2 commenti:

lotarino ha detto...

per uscire dalla crisi molto dipenderà dalla capacità della Grecia di attuare un piano di stabilizzazione della sua finanza pubblica assieme a un riordino della sua politica economica e del mercato del lavoro e dalla dinamica complessiva dell’area euro. Infatti se l’economia dell’Eurozona riprenderà vigore abbastanza presto, la questione del debito greco passerà in seconda linea e non si aprirà il dossier
http://www.loccidentale.it/articolo/se+l’economia+dell’euro+zona+crescerà,+la+questione+del+debito+greco+passerà+in+seconda+linea+e+non+s.0089297

ipnos ha detto...

Infatti si, il piano di stabilizzazione della finanza pubblica passerà per il taglio degli stipendi e delle pensioni dei dipendenti pubblici, per la serie: "sempre gli stessi pagano".