Il cambio euro/dollaro è ancora favorevole, come approfittarne?

Molti prodotti in questo periodo caratterizzato dal dollaro debole, sono meno cari se acquistati in America piuttosto che in Europa. La situazione economica a favore dell’euro spinge molti giovani (e non solo) ad approfittare dell’occasione e a spingersi oltreoceano. Inoltre il dazio doganale nullo e il peso relativamente leggero di alcuni prodotti fa sì che per una spedizione economica con espresso si spendano meno di 160 dollari (circa 110 euro).
Di seguito alcuni esempi di confronto tra i beni in Italia e gli stessi negli Stati Uniti (il prezzo in euro dei prodotti è comprensivo di tasse, dazi e spedizione).

Materiale informatico

Il vero risparmio si ottiene sui prodotti di elettronica e materiale informatico in generale. Nel caso dei pc il risparmio che si ottiene acquistandolo negli Stati Uniti è notevole: ad esempio un computer SonyVaio Vgc-Lm1s in Italia costa 2.199 euro mentre negli stati Uniti costa 1.662, il risparmio è dunque di 537 euro. La fotocamera Eos30D prodotta dalla Canon in Italia costa 959 euro mentre in America 776 euro. La differenza di prezzo è di 183 euro. L’iPod touch di 16 giga in Italia costa 399 euro mentre se acquistato negli Stati Uniti si risparmiano ben 119 euro.
Gli esempi sono molteplici ma abbiamo riportato solo alcuni articoli esemplificativi.

Materiale in generale

Non solo materiale informatico ma negli Stati Uniti conviene anche l’acquisto di altri prodotti come il vestiario e i prodotti non hi-tech. Ad esempio per i jeans i risparmi sfiorano anche i 50 euro per l’acquisto di un paio di jeans Levi’s 501 che in Italia costano 75 euro e in America solo 27 euro. Per quanto riguarda i prodotti non hi-tech, particolarmente convenienti sono gli strumenti musicali, sia per i costi bassi, sia per un dazio limitato al 3,7 %.

Cosa non conviene comprare

Non tutta la merce presente sul mercato è conveniente in questo periodo del dollaro debole. Infatti sia le calzature che le biciclette sono due articoli che è meglio evitare in quanto non assicurano per niente un risparmio. Ciò è dovuto, nel caso delle biciclette, dal peso. Per beni come questi, infatti, il peso fa aggravare decisamente il costo del trasporto. Per quanto riguarda le calzature l’esempio per il confronto è il modello della Nike AirMax 360 II SL da uomo: in Italia costano 187 euro, mentre negli Stati Uniti costano 195 euro ovvero 8 euro in più.

Come acquistare

Per comprare i prodotti americani ci sono diverse alternative:
Sul posto: per coloro che hanno tempo e voglia, acquistare direttamente sul posto è la cosa migliore: infatti è possibile ottenere, oltre a buoni prezzi, uno speciale scontrino con il quale si evita di pagare l’Iva locale. Bisognerà però ricordarsi di segnalare l’acquisto alle autorità dell’aeroporto di partenza. Al ritorno, possiamo trasportare il nuovo acquisto in aereo, dopo aver verificato se il prodotto è esente o meno dal pagamento del diritto doganale.

Via web: si può acquistare anche on line. Attenzione però a verificare l’affidabilità del sito.

Con il corriere: il viaggio e la rete non sono l’unica soluzione. Si può infatti contattare il negozio negli Stati Uniti e procedere all’acquisto pagando il bene dall'Italia e affidando il servizio di ritiro e spedizione del prodotto a un corriere internazionale.

fonte: Borsa italiana

Nessun commento: