E' nata Dagong, l'agenzia di rating cinese

Stanca delle valutazioni e degli errori delle big del settore la Cina punta ora su un'agenzia di rating fatta in casa. Si chiama Dagong global credit rating e vuole essere un'alternativa al trio formato da Standard & Poor's, Moody's e Fitch, sotto accusa per non aver saputo evidenziare la tossicità dei mutui subprime, all'origine della crisi finanziaria scoppiata nel settembre 2008.

Il fondatore di Dagong, Guan Jianzhong, sottolinea che le agenzie occidentali sono politicizzate e molto ideologiche e che non si attengono a criteri oggettivi.
Così, per conformismo o per timore di scandali, nessuna di loro oserebbe ritirare agli Stati Uniti la tripla A. Per i cinesi la valutazione corretta sarebbe una doppia A, mentre la Francia non andrebbe oltre AA-. Quanto a Pechino, Dagong le ha assegnato il rating AA+ che è superiore al giudizio emesso dalle tre big. Trattamento di favore? Assolutamente no, siamo indipendenti: questa la replica di Dagong.

Nessun commento: