Tempo libero: meno consumi, più web per gli Italiani


Lo shopping del fine settimana un'abitudine dura a morire? Non in tempo di crisi: secondo un'indagine della Coldiretti, un italiano su tre è stato costretto ad abbandonare il classico giro per i negozi nei giorni del weekend. Una rinuncia che non si è rivelata a cuor leggero, se è vero che, sempre secondo la ricerca, è risultata più difficile da compiere anche rispetto i tagli su viaggi e gite.

Cambia il modo di vivere il tempo libero per gli italiani:
Secondo un sondaggio on line della Coldiretti, oltre un italiano su tre (34%), è stato costretto ad abbandonare il tradizionale shopping del week end. Il cambiamento delle abitudini di spesa è segnalato, inoltre, dal 21% di intervistati che afferma di non potersi più permettere di andare a pranzo o cena fuori e dal 16% che rivela di essere costretto a rinunciare a gite e viaggi nel fine settimana. Nella lista delle rinunce si inserisce anche, per il 12% degli italiani, l'invito a tavola a casa per trascorrere il tempo libero con parenti e amici. Solo il 2%, invece, rinuncia alla partita di calcio.
Meno occasioni per uscire, maggiore il tempo trascorso in casa, così aumenta il tempo trascorso al computer, con il 62,1% della popolazione italiana che – rivelano i dati Censis – naviga sul web, dove si assiste proprio durante il week end al maggior numero di contatti. Il web è utilizzato anche come strumento di risparmio: oltre il 29% degli italiani dichiara infatti di fare ricerche in rete per confrontare prezzi e qualità dei cibi.
Dall’indagine Coldiretti/Censis emerge inoltre che oltre 21 milioni di italiani dichiarano di preparare alimenti in casa come yogurt, pane, gelato o conserve.

Nessun commento: