Borse: è destinato a durare il rialzo del 10 maggio?

La domanda che  circola maggiormente in queste ore dopo il balzo eccezionale di ieri registrato dalle Borse è quanto questo rialzo sia destinato a durare o a rivelarsi piuttosto un fuoco di paglia.

Tanto gli analisti di BlackRock quanto quelli del Credit Agricole  ritengono che il piano di salvataggio contribuirà a stabilizzare i mercati e avrà senza dubbio ricadute positive nel breve termine. Il problema però sarà verificare la capacità dei vari paesi europei di ridurre il loro deficit, e vedere se al contempo il piano garantirà un miglioramento sostenibile della fiducia.

A detta di ING non sono ancora stati sciolti tutti i nodi, senza dimenticare che restano da chiarire i dettagli e la tempistica del piano approvato durante il week-end. Un intervento definito coraggioso ed esaustivo da Citigroup, mentre secondo JP Morgan l'aggiustamento fiscale necessario non potrà essere sostituito nè dagli aiuti bilaterali nè dagli acquisti di bond da parte della BCE. Viene in particolare criticata quest'ultima mossa che apre le porte all'inflazione o all'iperinflazione, anche se un intervento in questo direzione si è reso inevitabile per assicurare liquidità al sistema bancario europeo.

Non diverse le indicazioni che arrivano dai colleghi di Centrosim che a proposito delle decisioni prese lo scorso week-end dall'Eurofin, parlano di iniziative sollecitate dal mercato già da tempo. L'idea è che le stesse dovrebbero contribuire ad allentare le tensioni vissute di recente, soprattutto sul comparto dei titoli finanziari che proprio quest'oggi sono stati i titoli maggiormente acquistati dagli investitori.

Infine, secondo Equita SIM dopo il piano di salvataggio è probabile che le politiche fiscali diventino più restrittive, specie nel sud Europa, e proprio qui si potrebbe avere un allentamento delle tensioni sui tassi.


Nessun commento: