Cosa succede se la Grecia lascia l’Euro?

Mentre l'euro continua a scivolare, molti investitori internazionali stanno seriamente considerando un evento un tempo impensabile: la Grecia potrebbe diventare il primo paese ad abbandonare l'euro.

La scorsa settimana l'Unione europea e la Banca centrale europea hanno presentato un piano di salvataggio di mille miliardi di dollari per arginare il "contagio" del peso del debito colossale della Grecia, ma la Grecia sarà quasi certamente in default e dovrà passare a una valuta più conveniente per evitare una recessione lunga e dolorosa.

Vediamo due motivi per cui la Grecia dovrà abbandonare l'euro e tre ragioni per cui sarà molto doloroso:

2 Motivi per cui la Grecia dovrà abbandonare l’euro:

1) I salari devono scendere. Salari e prezzi in Grecia dovranno diminuire di circa il 20 per cento affinchè il Paese recuperi competitività. Ci sono un paio di modi per raggiungere questo obiettivo. Uno è profondo, duraturo e comporta una recessione dolorosa. L’ altro modo è abbandonare l'euro, passando ad una moneta che è possibile controllare e svalutare anche drasticamente.

2) Le esportazioni devono aumentare. Per ridurre il suo deficit, la Grecia dovrà tagliare la spesa di circa il 10 per cento del PIL, che è una quantità incredibile da richiedere ad una economia. Come si fa a sostituire la flessione della domanda interna? Con la maggiore domanda estera, ovvero con le esportazioni. Una dracma svalutata farebbe aumentare le vendite di prodotti greci all'estero.

3 motivi per cui sarà doloroso:

1) Non più Vantaggi UE. Come è ovvio se la Grecia lascia l'euro, lascia l'Unione europea quindi non riceverà più trasferimenti strutturali da parte dell'Unione in quanto paese povero. Inoltre se la Grecia lascia l’euro potrebbe perdere anche le priorità commerciali, con gli altri paesi UE, come le tariffe più basse.

2) Un altro enorme vantaggio dell'euro è che ha permesso alla Grecia di prendere prestiti a bassi tassi d'interesse (almeno finora) permettendo ad una nazione tipicamente travagliata come la Grecia di prenderli  a livelli vicino ai tassi d'interesse della Germania. A seguito di default e una svalutazione della moneta, la Grecia non avrà più un trattamento speciale da parte degli investitori internazionali.

3) C’è poi il problema della conversione dei depositi euro in dracme che potrebbe costringere molti a far cambiare nazione ai loro soldi.

Tuttavia è difficile sapere esattamente se la Grecia uscirà veramente dall’euro visto che, nella Carta originale, non ci dovevano essere salvataggi UE e ora invece c’è un fondo di 1.000 miliardi dollari per un salvataggio di emergenza.

Nessun commento: